venerdì 31 ottobre 2014

Radici


English version below
“Sa perche’ mangio solo radici? Perche’ le radici sono importanti.”
Suor Maria a Jep ne La Grande Bellezza.

Qualcuno ha definito la nostalgia come il sentimento di coloro che non riescono a guardare avanti e vivono la vita ancorati ai ricordi passati. Mi trovo in totale disaccordo con questa visione. Al contrario, reputo la nostalgia il sentimento di chi vive appieno la propria vita. Le persone, i luoghi, i fatti diventano parte di noi e di quello che siamo e senza di cui non potremmo essere.
Per gli immigrati, categoria nella quale mi identifico appieno, la nostalgia e’ il sentimento principe che accompagna la propria esistenza. Vivere fuori dal proprio paese suscita sempre svariate emozioni: eccitazione, curiosità, frustrazione, smarrimento e…nostalgia, appunto. Decidere di far parte di un’altra comunità vuol dire apprendere una nuova lingua, vivere altre tradizioni, approcciarsi agli altri in maniera differente, comprendere le diverse abitudini e modi di fare, in una sola parola: integrarsi. Per fare questo, è necessario sacrificare un po’ della nostra identità culturale. La sopprimiamo e la nascondiamo in un angolo della nostra anima, sperando che se ne stia buona per un po’.  La nostalgia non è altro che il sentimento che ci ricorda chi siamo e da dove veniamo. La nostalgia è la nostra identità e le nostre radici.

Perdonate il post nostalgico che, tra l'altro, non c'entra molto con la ricetta di oggi...e’ solo che stasera ho guardato La Grande Bellezza e mi è preso un po’ lo struggimento.

Meringhe

-200 g di albumi
-400 g di zucchero
-una presa di sale

Le meringhe sono, probabilmente, il modo piu' popolare per riciclare gli albumi. Con queste dosi, avrete meringhe per un paio di settimane...
Mettete gli albumi in una ciotola capiente e ben pulita (tracce di grasso possono impedire la buona riuscita delle meringhe). Aggiungete meta' dello zucchero, il sale ed iniziate a sbattere con una frusta elettrica a velocita' media (i temerari possono anche sbattere gli albumi a mano, la mia impazienza me lo impedisce :P). Quando la massa inizia a montare, aggiungere l'altra meta' dello zucchero, continuando l'operazione di sbattitura. Montare la massa fino a neve ferma. Come prova potete provare a inclinate la ciotola di 90 gradi: se la meringa non cade e rimane compatta, e' pronta. Accendete il forno a 90-100 C. Mettere la massa di meringa in un sac a poche e, su una placca rivestita di carta da forno, formate delle piccole meringhe come nella foto sopra. Nota sul forno: le meringhe non devono cuocere, ma solo seccare. La temperatura del forno non deve superare i 100 C. Vi consiglio di fare delle prove di temperature, perche' i rendimenti variano da forno a forno. Diciamo che l'intervallo da 80 a 100 C va bene. Io, per esempio, ho settato il mio forno a 90 C, visto che a 100 C le mie meringhe si scurivano un po'. Infornate le meringhe e lasciate la porta del forno leggermente aperta (es interponendo con un cucchiaio tra la porta ed il forno), per garantire l'uscita dell'umidita'. L'asciugatura delle meringhe potrebbe richiedere un paio d'ore. Le meringhe sono pronte quando si staccano facilmente dalla carta da forno. Fatele raffreddare e conservatele in scatole di latta, in cui si mantengono per circa una settimana.


"Do you know why I only eat roots? Because the roots are important. " 
Sister Mary to Jep in The Great Beauty.

Someone has defined nostalgia as the feeling of those who fail to look forward and live their life anchored to the past memories. I am in total disagreement with this view. On the contrary, I think nostalgia is the feeling of those who
thoroughly live their life. People, places, events become part of us, of what we are and without which we could not be.  
For immigrants, a category in which I identify fully, nostalgia is the feeling that accompanies their existence. Living outside of your country always causes a variety of emotions: excitement, curiosity, frustration, loss and nostalgia..., in fact. Deciding to be a part of another community means learning a new language, experiencing other traditions, approaching people in a different way, understanding the habits and the ways of doing things, in one word: integrating. To do this, you need to sacrifice some of your cultural identity. We suppress and hide it in a corner of our soul, hoping that it will stay quite for a while. Nostalgia is nothing more than that a feeling reminding us of who we are and where we come from. Nostalgia is our identity and our roots.
 
Forgive the nostalgic post that, by the way, has nothing to do with today's recipe...it's just that tonight I watched The Great Beauty and I felt a little yearning.

Meringues

-200 g of egg whites  
-400 g of sugar  
-a pinch of salt
 
Meringues are probably the most popular way to recycle egg whites. With these doses, you'll have meringues for a couple of weeks...Put the egg whites in a large and clean bowl (grease can prevent the success of the meringue). Add half of the sugar and salt, and started to beat with an electric mixer at medium speed (the daring cooker can even beat the egg whites by hand, my anxiety stops me :P). When the mass begins to mount, add the rest of the sugar, continuing to whisk. Mount the mass until it is firm and foamy. As a test you can try to tilt the bowl 90 degrees: if the meringue does not fall and remains compact, and  it is ready. Preheat the oven at 90-100 C. Put the mass of meringue in a pastry bag and, on a baking sheet covered with parchment paper, form small meringues as pictured above. A remark about the oven: meringues should not cook, just dry. The oven temperature should not exceed 100 C. I recommend that you test the temperature, because the results might vary from oven to oven. As a rule of thumb, the interval from 80 to 100 C is fine. For example, I set my oven at 90 C, since at 100 C my meringues darkened a bit. Place the meringues into the oven and allow them to dry, leaving the door of the oven slightly open (e.g. by interposing a spoon between the door and the oven) to ensure removal of the moisture. The drying process may take a couple of hours. The meringues are ready when they come off easily from the parchment paper. Allow the meringues to cool down, and store in metal containers for about a week.

Nessun commento: